Smaltimento Rifiuti Speciali: Pericolosi e Non

Smaltimento Rifiuti Speciali: Pericolosi e Non

Smaltimento Rifiuti Speciali Pericolosi e Non Pericolosi

discarica

Come funziona lo smaltimento dei rifiuti speciali e di quali materiali stiamo parlando per l’esattezza? Facciamo riferimento a tutta una serie di rifiuti che non possono essere gettati nei normali e comuni cassonetti della spazzatura, ma che devono invece seguire un iter e un processo di smaltimento ben preciso, stabilito dalla legge.
Cosa può fare il nostro portale per te? Ti mettiamo in contatto con le ditte di smaltimento rifiuti speciali più vicine alla tua zona per un preventivo gratuito e senza impegno. Vediamo insieme quali sono quei rifiuti speciali pericolosi e non che sono maggiormente smaltiti.

 

Smaltimento Rifiuti Speciali Pericolosi

Parliamo di tutta una serie di materiali, apparecchiature e scarti che sono considerati pericolosi perché con il tempo rilasciano delle sostanze nocive e molto inquinanti, dannose per la nostra salute.
Un esempio? Prima di tutto l’amianto. Erroneamente definito eternit (con eternit infatti si intende il nome dell’azienda che fabbricava coperture e altre strutture in amianto). Quando si nota la presenza dell’amianto, frequente spesso nelle coperture dei vecchi edifici, dobbiamo subito contattare una ditta di smaltimento.

In questo caso parliamo di un rifiuto estremamente pericoloso, bisogna quindi agire con tutte le precauzioni possibili. La ditta che provvede alla rimozione o all’isolamento delle coperture in amianto arriva preparata, con tutto l’abbigliamento necessario per evitare il contaminamento. Il materiale sarà portato presso un centro specializzato, dove verrà trattato in modo tale da eliminare tutte le sostanze nocive e inquinanti.

Altri materiali considerati pericolosi sono sicuramente la guaina bituminosa, contenente petrolio, utilizzata durante i lavori di impermeabilizzazione dei tetti, dei balconi, dei terrazzi.
Ancora, i materiali isolanti come la lana di vetro e la lana di roccia, impiegati per l’isolamento termico e acustico delle pareti.
Vediamo ora quei rifiuti che non sono considerati pericolosi ma che sono classificati comunque come speciali.

Vedi Anche:  Raccolta e Smaltimento Carta Padova

 

Smaltimento Rifiuti Speciali Non Pericolosi

Cominciamo da tutti quei rifiuti dei cantieri edili: calcinacci, cemento, pietre, legno.
In questo caso non parliamo di rifiuti pericolosi per la salute, ma devono essere smaltiti nel modo corretto. Questo significa che occorre contattare una ditta di smaltimento che possa provvedere al compito.
La ditta arriva sul posto e porta via tutti i rifiuti, trasportandoli verso un centro di raccolta, dove verranno trattati.
Da alcuni di questi si possono infatti ottenere dei prodotti riciclati, come il legno, la plastica, il vetro. Dai calcinacci possiamo ottenere nuovo materiale per l’edilizia.
Altri materiali non pericolosi sono gli ingombranti, come mobili (tavoli, sedie armadi), materassi, divani.

 

Smaltimento Rifiuti Speciali: Il FIR

Perché contattare una ditta di smaltimento? Tutte le nostre ditte partner sono specializzate e certificate. Al momento del ritiro dei rifiuti ti verrà rilasciato, come stabilito per legge, il formulario di identificazione dei rifiuti, detto FIR.
A cosa serve questo documento? All’interno troverai i tuoi dati, quelli della ditta, e quelli della discarica presso la quale verranno depositati i rifiuti.
Devi smaltire dei rifiuti speciali ma non sai come fare? Contattaci per un preventivo gratuito e senza impegno!

Chiudi il menu
 
 
CHIAMA SUBITO 800145068
chiama fai click
chiama
chiama gratis e senza impegno

800145068